Caramel

E’ facile liquidare Caramel come un Sex and the city in salsa libanese, con le storie di un gruppo di donne che si incontrano in un centro estetico a Beirut. All’apparenza la globalizzazione ha reso i comportamenti delle donne molto simili ovunque, ma ci sono delle caratteristiche tipiche del posto, il fatto che una ragazza che ha avuto rapporti sessuali prima del matrimonio (destino comunque obbligatorio) senta il bisogno di rifarsi la verginità (la famosa toppa nella topa di cui parla la Littizetto!), il fatto che i rapporti extramatrimoniali siano vissuti male, il fatto che le tradizioni pesino eccome.
Ma Caramel è molto di più di questo, è un film che più che raccontare una trama presenta un quadro di vita al femminile, in un Paese martoriato dalla guerra e diviso tra fermenti nuovi e la tradizione, in cui trovano spazio una butch e un’amante, e in cui le cure di bellezza, da cui sinonimo di consumismo e stupidità, sono invece un simbolo di emancipazione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: