Amelia

Altra storia al femminile della regista Mira Nair, che ha diretto uno splendido adattamento de La fiera della vanità di Thackeray.
La storia di Amelia Earhart, prima donna pilota di aerei americana, che scomparve in mare nel 1937 dando origine a varie leggende metropolitane (compresa quella di una sua cattura da parte dei giapponesi e quella che si fosse rifatta una vita con un altro nome da un’altra parte) è affascinante, e anche se il film pecca un po’ in melodramma è bello, ben fatto e le rende giustizia.
Una donna che volle sognare, che non mise limite ai propri desideri, che seguì la sua strada: un ruolo in cui Hilary Swank, attrice che adoro, è davvero perfetta, e ho intenzione di copiare il suo taglio di capelli. Amelia Earhart è stata una grande, un modello per le donne della sua generazione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: