Svestite da uomo

Un saggio a dir poco delizioso questo Svestite da uomo, di Valeria Palumbo, edito da Bur.
Splendide tutte le storie di queste donne, che hanno rifiutato i ruoli di moglie e di madre per fare altro. Molte di loro erano omosessuali, tutte hanno fatto cose incredibili, indossando gli abiti del patriarcato oppressore ma inventando nuove storie. Oltre a Lady Oscar, ci sono Calamity Jane, la regina Cristina, Mary Read e Anne Bonny, due feroci piratesse rilette in chiave eroica dopo, le ragazze del Takarazuka, Amelia Earthart, uno dei primi aviatori della storia, e ancora scrittrici, come Vita Sackville West, personaggi letterari, come Bradamante e Clorinda, esploratrici, cantanti di jazz, artiste, protagoniste di tragica cronaca nera, come Teena Brandon, la ragazza lesbica e travestita che ha ispirato lo struggente film Boys don’t cry. Bello, un libro da avere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: