Aung San Suu Kyi

La strada è ancora lunga e in salita per Aung San Suu Kyi, attivista politica birmana, anni agli arresti domiciliari e separata dalla sua famiglia, premio Nobel per la pace: ma il 1 aprile 2012 è stata eletta in Parlamento. E forse il primo gradino è stato salito, forse c’è ancora speranza, per lei e per tutti.

 


 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: