La Wicca

La Wicca è una religione neopagana che si rifà ad antichi rituali e credenze sulla Dea della Terra e su altre divinità connesse con la natura. La Wicca era la religione praticata dalle donne considerate streghe, e lo è tuttora.
Mi sono avvicinata alla Wicca per curiosità: sono cresciuta nella religione cattolica da cui mi ero distaccata non già per la sua avversione verso il sesso (sono single e fiera di esserlo!) ma per la sua misoginia e la sua mancanza di considerazione per gli animali e la natura.
In mezzo ho studiato varie religioni, come il buddismo e lo shintoismo.
Poi ho scoperto questa fede, che rende liberi, che rende dignità a noi donne, vicina per molti aspetti all’animismo, allo shintoismo, alla religione dei Nativi Americani.
E ho iniziato questo cammino, trovando in essa molti punti in comune con la mia personalità: il femminismo, l’amore per gli animali, il mettere in contatto con un mondo incantato. Non sono una guru né voglio esserlo, sono solo una persona che ha trovato la sua strada verso la spiritualità.
Dopo vari studi, sono approdata all’idea che la corrente Wiccan che fa meglio per me è quella dianica: una corrente femminista separatista (come me, che rifiuto ogni tipo di rapporto con l’altro sesso, tutti improntati nella mia visione del mondo alla schiavitù della donna), che esalta solo il principio femminile (una cosa che non sopporto in certe correnti Wiccan è la compresenza tra uomini e donne) della dea libera e sola, proprio come piace vivere a me.
Se qualcuno pensa che questa mia idea non centri niente con la Wicca è in errore: infatti la strada che ho scelto è una delle tante possibili all’interno della Wicca, non è l’unica ma per me è l’unica giusta. Comunque dire che il principio maschile è essenziale per i rituali wiccan è falso, se non altro per quelli dianici. Non voglio avere niente a che fare con l’altro sesso e esigo che questa mia posizione venga rispettata ed accettata, anche perché non la impongo a nessuno.
La Wicca soddisfa il mio bisogno di spiritualità in quanto donna, e mi mette in contatto con la natura. Inoltre è anche un modo per riscattare le migliaia di donne che non hanno potuto essere cosa volevano e hanno pagato la loro diversità.
La Wicca si allea bene con la mia indole fantasiosa e ribelle, e nello stesso tempo mi insegna a mettere ordine nella vita, a dare un senso a tutto. Sono felice di aver scelto questa strada.
Inoltre la Wicca dianica, la strada che ho scelto, esalta noi donne sole e fiere di esserlo, in una strada di assoluta libertà ed indipendenza.
Principio fondamentale della Wicca é: fai quello che vuoi, a patto di non fare del male a nessuno.
Un principio rigoroso: infatti il non fare del male agli altri e a noi stessi si traduce in una serie di comportamenti attivi molto particolari.
Un altro principio della Wicca è l’amore per gli esseri viventi e gli animali.
Poi c’è il rispetto di secoli di tradizioni, soprattutto in ambito celtico.
Non mi pare che siamo una religione di smidollati, che ne dite?
La Wicca dianica in più esalta le donne in ogni loro fase della vita, dalla bambina alla donna anziana, creando circuiti di energia solo tra donne, e mettendo le basi per una società formata da loro totalmente egualitaria nell’adorazione della Dea.
La divinità principale della religione Wicca è la Grande Dea, da molti identificata con la Terra.
La dea può avere molti nomi, da Ecate a Era, da Iside a Amaterasu, a seconda del pantheon a cui ci si ispira.
Estremamente importanti possono essere anche altre divinità, prima fra tutti il Dio, compagno della Dea.
Nella Faery Wicca la Dea si identifica con le Fate.
Come Wicca dianica, le mie dee di riferimento sono essenzialmente: Diana, fanciulla che vive a contatto con la natura, in assoluta libertà ed indipendenza, con la compagnia di alcuni animali eletti, tra cui il gatto, il cervo e il gufo; Bastet, la dea gatto della religione egizia, che incarna in pieno i valori di indipendenza e libertà da ogni vincoli in cui io credo sopra ogni altra cosa; Freja, dea nordica i cui aiutanti sono i gatti, una sorta di Diana nordica; Brigit, dea irlandese che creò una comunità di sole donne sacerdotesse. Un’altra mia dea di riferimento, anche se non diretto, è Lilith, che appartiene alla tradizione ebraica e che rappresenta la donna totalmente indipendente che rifiuta di sottomettersi agli uomini (una grande). Per molti prefigura un’anticipazione del mito delle vampire.

9 commenti
  1. Carlotta ha detto:

    Salve! Anch’io sono una dianica (pur non essendo lesbica… chissà perché c’è sempre questa assurda precisazione da fare, come se -che so- gli uomini cattolici dovessero precisare di non essere gay!..). Anch’io ho avuto un percorso di estraneità e distacco dal cattolicesimo, ho studiato tutte le varie religioni, ma è stato solo quando ho incontrato la Wicca -e in particolare la Wicca Dianica- che mi sono riconosciuta, ed ho potuto dare un nome a ciò in cui credo da sempre. Anch’io sono un tipo creativo, mi piace scrivere, disegnare, fotografare, leggere (adoro i libri!), anche se purtroppo il tempo è quello che è: ho un fantastico bimbo di quasi 8 anni, quindi…!
    Ho creato un gruppo dianico in Yahoo Groups, ci ho caricato diversi file sui riti della Ruota dell’Anno, foto, titoli di libri sull’argomento… se ti può interessare darci un’occhiata (o magari iscriverti, così sarai sempre aggiornata quando carico qualcosa, e potrai caricare file anche tu) ti dò il link:
    it.groups.yahoo.com/group/wicca_dianica
    Ciao!

    • Mariella ha detto:

      Ciao, curiosando nel web ho trovato questo sito interessante che sto spulciando pian piano. Per me dove c’è cultura c’è vita. Anche se fuori tempo mi piacerebbe, se posso, commentare l’espressione di Carlotta dove tiene a precisare di non essere lesbica. Io credo che al di là delle proprie tendenze sessuali, ogni essere umano è libero di aderire ad una o ad un’altra religione senza dover rendere conto dei propri gusti in materia di sesso.
      La cultura allarga la mente e di conseguenza serve anche a far accettare le persone così come sono. Io credo che un uomo ed una donna si compensino nell’unità, ma questo è un mio parere. Ciò non toglie che mi fa piacere conoscere le idee di tutti, anche omosessuali, laddove queste idee sono una crescita per lo spirito e per la mente. Quindi non giustificatevi o non precisate di essere etero o omosessuali. E’ bello perchè siete.

  2. Se siete interessate al dianismo questo ė quello che potete trovare in Italia a riguardo:

    Domina Lunae – organizzazione spirituale di tradizione cianica
    Home page: http://www.dominalunae.it
    Facebook: http://www.facebook.com/dominalunae

    Eventi:
    Seminario teorico-pratico “La Stregoneria Femminile nella Tradizione Dianica”

    Catania: Iscrizioni aperte fino al 27 Maggio 2014
    https://www.facebook.com/events/258976564250161/?ref=22

    Palermo: Iscrizioni aperte fino al 7 Maggio 2014
    https://www.facebook.com/events/1451360961742876/?ref=22

    Per maggiori informazioni o per la possibilità di proporre l’evento anche nella vostra città rivolgersi al seguente contatto:
    info.dominalunae@gmail.com
    Grazie mille per la cortese attenzione

    • elenaromanello ha detto:

      Grazie della segnalazione, sono venuta subito a visitare e iscrivermi.

  3. Selene ha detto:

    Come non quotare in pieno ciò che dici… W la Dea e W le Sue Rappresentanti in terra, Noi Donne!
    Io i miei riti me li invento pure da me, in comunione con le mie care Dee che mi sono scelta e che amo.
    Non ho nulla contro il dio maschile wiccan (specifico, wiccan. perchè quello cristiano non lo reggo), ma non fa per me. Ha già i suoi tanti adoratori. Io preferisco la Dea!

    • elenaromanello ha detto:

      Grazie dell’interessamento, devo dire che in questi ultimi anni mi sono un po’ allontanata dalla Wicca, ma chissà, un giorno magari tornerò in quei paraggi.

      • Selene ha detto:

        dipende, se con wicca intendi far parte di un gruppo (con tanto di maschi) posso darti ragione, io per esempio sto volutamente per i fatti miei e mi limito al massimo a condividere qualche rito con una persona di fiducia… della wicca non condivido l’animalismo/ecologismo sfrenato e totalitario, (io per esempio non sono particolarmente attratta da questo aspetto e non avrei mai scelto questa religione solo per questo aspetto) e soprattutto non condivido certe istanze troppo buoniste nei confronti del cristianesimo (vedi anche il fenomeno che io giudico ridicolo: la christian wicca!) il non dire mai le cose come stanno, il giustificare i cristiani e i loro tanti orrori (anche concettuali) contro le donne… credo che un po’ di anticristianesimo sarebbe salutare, ma poca gente nell’ambiente si interessa di questo… forse sono più gli atei o i satanisti razionalisti a fare analisi anticristiane e ad impegnarsi, in tal senso, per uno stato a-religioso e non filo-cattolico/cristiano… io ho conosciuto molti più atei anti-cristiani, che non pagani o neo pagani anti-cristiani… si ha ancora paura di dire le cose come stanno, anche semplicemente affermare che il cristianesimo, con la sua negazione di una vera Dea, è totalmente misogino? e che ha portato solo male, distruggendo il paganesimo o deturpando i suoi simboli? può essere, perchè di pagane/neo pagane anti-cristiane ne conosco davvero pochissime… e questa cosa mi dispiace. per me è assurdo se non grottesco, sentire, come ho sentito, delle pagane che difendono il cristianesimo…

        ma a parte questo, è sicuramente la religione che fa per me, fermo restando che io non seguo né gardner, né crowley, né sanders, né chi per loro o il guru di turno, non sopporto il dogma, la fissità di tradizione, sarebbe come essere cristiani o islamici se si creasse una gerarchia dogmatica in salsa wicca con precetti e dogmi da seguire pena “il rogo”. Cosa che comunque avviene di rado, se non altro la maggior parte delle persone che frequenta l’ambiente pensa soprattutto con la propria testa, approfondendo la spiritualità con letture di libri vari su argomenti vari. Certo, a volte ci sono varie mode (vedi quando tutti o quasi si interessano solo ai celti non leggendo niente di altre mitologie o sui siti trovi sempre le solite cose dette e stra-dette) comunque rispetto al cristianesimo è tutt’altro mondo, per fortuna.

      • elenaromanello ha detto:

        A me invece una delle cose che amo della Wicca è proprio l’animalismo, anche se trovo più animalisti i buddisti. Io sarei interessata a conoscere delle congreghe wiccan dianiche, ma pare che in Italia non ce ne siano. Al momento sto coltivando altri interessi prioritari, lavorativi e non, però non escludo in futuro di ricominciare ad essere più assidua nella mia pratica.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: