Marion Zimmer Bradley

Ho incontrato per la prima volta Marion Zimmer Bradley nel lontano 1988, quando sull’onda dell’aver visto Excalibur di John Boorman comprai Le nebbie di Avalon.
Un libro splendido, uno dei miei preferiti.
Da allora ho collezionato molto su di lei, un po’ meno del ciclo di Darkover ma mi sto rifacendo e devo dire che non mi ha mai delusa.
Una grande autrice, davvero.
Nata nel 1929 e morta purtroppo nel 1999 ha reinventato la fantascienza e il fantasy in chiave femminista, aprendo la strada a nuove autrici (che lei ha spesso presentato nelle antologie da lei create), rileggendo vecchi miti e creandone di nuovi.
Nella sua produzione letteraria ricordiamo il poderoso ciclo di Avalon, rilettura della saga arturiana e non solo, il ciclo di Darkover, un fantasy misto alla fantascienza, la saga del giglio nero scritta in collaborazione con Julian May e Andre Norton e a tratti un vero e proprio Tolkien al femminile e Il ciclo del paranormale..
I romanzi di Marion Zimmer Bradley sono praticamente tutti editi da Longanesi e dalla Tea, e sono di facile reperimento.
Le nebbie di Avalon è per tutti il capolavoro di Marion Zimmer Bradley, nonché uno dei libri cult per chi segue le varie correnti della Wiccan per l’importanza che viene data al matriarcato e alla religione della Dea. La storia è quella nota di Artù, raccontata dal personaggio di Morgana, strega, fata, sacerdotessa e donna. In seguito sono usciti i due antefatti al romanzo, Le querce di Albion e La signora di Avalon, oltre a poi La sacerdotessa di Avalon.
Ambientato durante la guerra di Troia, La torcia mette in scena la vicenda dal punto di vista femminista, delle Amazzoni, figure veramente esistite e poco studiate dalla storiografia patriarcale e maschilista, e del personaggio di Cassandra. Meno riuscito forse de Le nebbie di Avalon, ma non meno affascinante.
La serie di Darkover, pubblicato in maniera caotica e discontinua nel nostro Paese dalla Nord e dalla Longanesi, resta il lavoro più lungo di Marion, iniziato negli anni Cinquanta e portato avanti per decenni.
Il mondo di Darkover, a metà strada tra la fantascienza (è un pianeta su cui vivono i discendenti di una spedizione spaziale terrestre che si sono incontrati con gli abitanti indigeni) e fantasy, è ricco di tematiche complesse, dall’omosessualità al femminismo.
Inoltre Marion Zimmer Bradley ha anche scritto un paio di libri su Atlantide, una serie di romanzi paranormali di ambientazione contemporanea e, insieme a Julian May e Andre Norton, la serie Il giglio nero. Inoltre ha curato antologie di autrici di fantascienza e fantasy.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: